Pinasca. Muore cercando funghi

Un pensionato pinaschese ottantenne, Luigi Roccia, è morto nel pomeriggio di venerdì 21 settembre, precipitando per una ventina di metri in un dirupo mentre cercava funghi. Il corpo è stato individuato da una squadra dei volontari AIB nella zona di borgata Lovera, non distante da casa sua. Essendo la zona molto impervia, il recupero del corpo, eseguito dall’eliambulanza e della squadre del soccorso alpino, è stato assai difficoltoso. Intervenuti sul posto i carabinieri della compagnia di Pinerolo non hanno avuto dubbi sulla natura accidentale della morte....

Leggi

Andar per funghi sì, ma con giudizio

Negli ultimi giorni i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese (CNSAS Piemonte) sono dovuti intervenire sette volte per soccorrere cercatori di funghi infortunati o smarriti. Da un punto di vista statistico, nel 2017, le operazioni di soccorso rivolte a “fungaioli” sono state numericamente poco significative, ma hanno richiesto tempo sia per individuare sia per soccorrere i cercatori di funghi, che si muovono lontano dai sentieri in zone anche impervie. Dall’inizio dell’anno, i tecnici del CNSAS Piemonte hanno già soccorso 26 persone di cui 5 decedute. Anche in tutto il 2017 i decessi erano stati, 5 a fronte di...

Leggi

Al via la “Festa dell’Unità”

Piazza Vittorio Veneto da venerdì 21 settembre per tre giorni ospiterà nella piazza antistante il Teatro Sociale, la “Festa de L’Unità” del Pinerolese. L’appuntamento, organizzato dal Partito Democratico, proporrà momenti di confronto e scambio di idee (in special modo sulla situazione politica nazionale e sul tentativo di recuperare un ruolo centrale per il PD), ma anche di gioco e divertimento. Venerdì 21 all’inaugurazione (17:30) farà seguito un dibattito alla presenza del consigliere regionale Elvio Rostagno, della consigliera “metropolitana” Monica Canalis e di alcuni sindaci (Claudio Restagno, Marco Ventre e Ermanno Marocco) sul rapporto tra il Pinerolese e la Città Metropolitana. Alle...

Leggi

L’Arcobaleno unisce Pinerolo e Derventa

Tra Derventa e Pinerolo esiste un gemellaggio dal 2005. Eppure tra le varie città gemelle è, forse, quella con cui l’amministrazione pinerolese, complice la distanza (circa 1200 km), si dimostra più tiepida. Martedì 28 agosto nella città della Srpska (repubblica serba di Bosnia) si è festeggiata la patrona Maria Assunta – il rito ortodosso segue il calendario giuliano –. Declinando l’invito rivolto loro da parte del sindaco di Derventa, la vice-sindaca Francesca Costarelli nella sua risposta del 24 agosto ha scusato l’assenza dell’amministrazione Salvai con la concomitante festa patronale pinerolese: «Il sindaco, attualmente in vacanza, rientrerà per la Santa...

Leggi

Lorenzo Cot: dalle Alpi alle pampas insieme ai migranti

Non molti conoscono la figura di Lorenzo Cot. Neppure a Fenestrelle che gli diede i natali. È comprensibile visti gli anni trascorsi dal 1825 – quando vide la luce a Chambons (allora sotto il comune di Mentoulles) – e considerando come la vita di questo sacerdote si sia svolta per lo più oltre oceano. Racconta Fabio Banchio, vicepresidente dell’”Associazione Piemontesi nel mondo”: «Nonostante mia madre sia originaria proprio di Chambons, neanch’io sapevo chi fosse quando, dall’Argentina, un’associazione tra le molte con cui siamo in contatto ci ha invitato alle manifestazioni organizzate nel centocinquantesimo anniversario del suo martirio». Dal 23 al 29 settembre, infatti, a Colón nello stato di Entre Rios sono previste conferenze storiche, mostre, processioni e preghiere in onore del primo cappellano della colonia di San José e Villa Colón. A dar lustro a don Cot sarà anche un nuovo libro “El silencio de una historia”, curato da Alejandro González Pavón, professore e membro del comitato organizzatore della ricorrenza. A onor del vero di questo sacerdote, che dalle valli si spostò in Sud America, al di qua dell’oceano se ne era già parlato. Nel “Convegno del Laux” dello scorso anno, dedicato alle migrazioni dalle valli, don Giorgio Grietti aveva tratteggiato la biografia di Lorenzo Cot e, in particolare, il suo ruolo nell’organizzare la partenza dall’Europa di molti migranti alla volta del Paranà. Quinto figlio di una famiglia numerosa,...

Leggi