13 luglio 2015

Stavano sparando per gioco ad alcuni barattoli con una carabina ad aria compressa, ma un colpo ha mancato il bersaglio e ha colpito all’addome un bambino di 6 anni che stava giocando in cortile, figlio di uno dei tiratori.

È successo ieri pomeriggio a Vigone, in una casa di via Santa Maria. Il piccolo è stato immediatamente trasportato con l’elisoccorso al Regina Margherita di Torino, dove è stato operato per estrarre il piombino. Non sarebbe in pericolo di vita.

Giunti sul posto, i carabineri di Vigone hanno ricostruito la dinamica dell’accaduto, scoprendo che l’arma non era del tiratore, bensì di un suo amico che l’aveva regolarmente denunciata ma che non poteva trasportarla in giro o prestarla a chi non aveva il porto d’armi per usarla.

I due ora rischiano di essere denunciati, rispettivamente per lesioni gravi e per omessa custodia dell’arma. Riguardo al padre del bambino, non è chiaro se abbia partecipato al gioco sparando ai barattoli, ma sicuramente non è stato lui ad esplodere il colpo che ha ferito suo figlio.

Carabinieri generica