1 settembre 2015

Da sabato 29 agosto a Pinerolo c’è profumo d’Irlanda, sarà il posto isolato o il buon ricordo del precedente soggiorno, ma il B&B deve essere proprio piaciuto a Bono Vox, per tornarci. Stesso dicesi di The Edge; prima volta per il resto degli U2 invece. La celebre rock band irlandese ha scelto di soggiornare al Torrione di Baudenasca per l’unica tappa italiana del  tour. Luogo bello e strategico a due passi dalla circonvallazione e dopo un rapido rettilineo si è sull’autostrada per Torino, dove i “Vito” grigi in loro dotazione possono sfrecciare alla volta del Pala Alpitour , dove il 4 e 5 settembre terranno il loro concerto, il primo in Europa. Neanche da dire ma sold out da mesi.

«Io son cresciuto con loro – spiega Flavio Fagiano, un fan di lunga data residente a Piscina  – e averli a pochi passi da casa è un’emozione. Purtroppo sono inavvicinabili e i bodyguard continuano a ripetere che questa è proprietà privata e non ci si può avvicinare e fare foto». L’indomito fan, tuttavia, in qualche modo ce l’ha fatta  a raggiungere i suoi beniamini. «Sabato sera sono riuscito a lasciare una bottiglia di vino rosso, conoscendo le passioni di Paul e soci; l’indomani ho saputo che è stata una sorpresa gradita. Magari domenica li trovo stanchi e si fermano…  mai dire mai».

IMG_9427

 

 

 

 

 

 

 

U2

 

 

 

 

fagiano

Flavio Fagiano, fan degli U2