Cosimo Catalano, 40 anni, ha deciso di togliersi la vita buttandosi da uno dei cavalcavia dell’autostrada Torino- Pinerolo, all’altezza dell’uscita di Volvera.

Hanno trovato il corpo alcuni automobilisti nella mattinata di domenica 9 giugno. Cosimo Catalano, figlio di Giuseppe, ritenuto il boss della locale di Siderno in Piemonte e morto anche lui suicida l’anno scorso, era imputato nel processo Minotauro, nato dalla maxi-inchiesta sulla presenza della ‘ndrangheta in Piemonte e sui suoi tentativi di condizionare la vita politica nel torinese. Le motivazioni del suo gesto non sono ancora chiare. La sera prima del suicidio Cosimo era stato ricoverato in ospedale per un forte stato di agitazione.

 

autostrada_original-2