Nel desolante scenario occupazionale del pinerolese, ecco un barlume di speranza per i 54 dipendenti della Streglio di None.

Ha infatti presentato un’offerta di acquisto per la storica azienda dolciaria,  Silvio Bessone, imprenditore monregalese.

«Vorrei che il nome ‘Streglio’ restasse legato al nostro territorio – ha dichiarato Bessone -. In un momento come questo, dove si legge della Pernigotti acquistata dai turchi, mi dispiacerebbe che un progetto come il nostro venisse trascurato in favore di qualche proposta straniera. Dobbiamo proteggere il ‘savoir-faire’ piemontese».

La curatela della Streglio,  dichiarata fallita lo scorso maggio dal tribunale di Pinerolo, al momento non ha ancora risposto all’offerta.

Streglio