21 maggio 2014

Si è tenuta venerdì 16 maggio l’assemblea dei soci del CSI-Piemonte, che ha approvato il bilancio di esercizio 2013 e il piano di attività 2014 del Consorzio. Il valore della produzione del CSI si attesta per l’anno scorso a 141,13 milioni di euro. L’utile netto si conferma a 59 mila euro, grazie anche alla consistente riduzione dei costi della produzione, che passano dai 163,28 milioni di euro del 2012 ai 139 milioni del 2013. L’assemblea, presieduta dall’assessore all’Innovazione della regione Piemonte, ha espresso anche parere favorevole in merito al percorso di trasformazione ed evoluzione dell’assetto del CSI-Piemonte e ha approvato il nuovo piano di attività per il 2014, con il relativo allegato sulle attività previste in campo sanitario. Il “Piano di Attività della Salute”, infatti, approfondisce quanto il Consorzio realizzerà insieme alla regione Piemonte nei prossimi cinque anni. Con tre obiettivi: adeguarsi alle novità della normativa nazionale, recuperare efficienza e promuovere un’innovazione di processo sostenibile nel Servizio Sanitario Regionale (SSR). Sono stati infine ratificati i consorziamenti del Comune di Biella e dell’Unione dei Comuni del Nord Est di Torino (Unione Net).

CSI