Verità, annuncio e autenticità di vita nell’era digitale Domenica 5 giugno si celebra la XLV Giornata mondiale della comunicazioni sociali. Nel suo messaggio Benedetto XVI ha offerto una riflessione sul tema: “Verità, annuncio e autenticità di vita nell’era digitale”, richiamando l’attenzione sulle nuove tecnologie che «non stanno cambiando solo il modo di comunicare, ma la comunicazione in se stessa, per cui si può affermare che si è di fronte ad una vasta trasformazione culturale. Con tale modo di diffondere informazioni e conoscenze, sta nascendo un nuovo modo di apprendere e di pensare, con inedite opportunità di stabilire relazioni e di costruire comunione».
La conclusione del messaggio è un invito ai credenti: «testimoniando le loro più profonde convinzioni» offrano un prezioso contributo «affinché il web non diventi uno strumento che riduce le persone a categorie, che cerca di manipolarle emotivamente o che permette a chi è potente di monopolizzare le opinioni altrui». Il compito è quello di «mantenere vive le eterne domande dell’uomo, che testimoniano il suo desiderio di trascendenza e la nostalgia per forme di vita autentica, degna di essere vissuta».
Per noi (siamo presenti su facebook, su twitter e con il sito www.vitadiocesanapinerolese.it) queste parole suonano come un appello ad “esserci” in quanto cristiani impegnati a leggere il presente alla “luce buona” del Vangelo.

La video-presentazione del messaggio di Benedetto XVI

La locandina predisposta dall'Ucs della CEI