9 giugno 216

Il direttore generale Flavio Boraso ha dichiarato la totale estraneità dell’ASL To 3 rispetto all’inchiesta giudiziaria presso l’ASL TO1 di Torino inerente una gara di appalto per la fornitura di servizi informatici che ha portato all’arresto di funzionari e titolari delle imprese coinvolte.
Tale precisazione è stata fatta in seguito alla notizia, divulgata da alcuni giornali, secondo la quale anche l’ASL To3 sarebbe stata coinvolta.
«Nel 2014 – ha spiegato Boraso – la precedente Direzione aziendale aveva aderito ad una gara sovrazonale congiunta per l’affidamento del servizio di manutenzione, assistenza tecnica e noleggio di tecnologie informatiche poi indetta come capofila dal Mauriziano il 14 dicembre 2014 quale stazione appaltante nell’ambito dell’area di coordinamento degli acquisti fra Mauriziano stesso ASL TO1 ed ASL TO3 . 
Nel primo semestre 2014 la gara unica (ma contenente i 3 lotti distinti) venne dunque espletata dal Mauriziano e nel mese di giugno 2015 si svolgeva la seduta pubblica per l’apertura delle offerte economiche e si provvedeva a redigere la graduatoria provvisoria di gara.
Tale gara non venne mai aggiudicata, e la Direzione Generale dell’ASL TO3 (nel contempo cambiata), sia al fine di superare l’effettivo problema dell’obsolescenza delle attrezzature informatiche sia per operare in trasparenza in linea con il nuovo codice degli appalti, aderiva ( 25 febbraio 2016) alla gara indetta dalla SCR ( Società di committenza regionale )».

flavio-boraso