Roma, 6 maggio.  – Si è spento oggi all’età di novantaquattro anni il senatore a vita Giulio Andreotti. Sette volte presidente del Consiglio, Andreotti e’ stato uno dei principali esponenti della Democrazia cristiana e tra i protagonisti della vita politica italiana nella seconda meta’ del secolo scorso. È sempre stato presente dal 1945 in poi nelle assemblee legislative italiane: dalla Consulta Nazionale all’Assemblea costituente, e poi nel Parlamento italiano dal 1948, come deputato fino al 1991, e successivamente come senatore a vita. Andreotti è stato anche giornalista e scrittore.

«Con la scomparsa di Andreotti – ha scritto Giorgio Merlo – muore l’ultimo grande leader storico della Dc, il più grande partito italiano. La sua testimonianza politica, comunque la si giudichi, è destinata a restare nella storia dell’Italia democratica e costituzionale».

andreotti