22 novembre 2013

Questa mattina, nell’aula Magna del CTO di Torino, si sono tenuti gli stati generali della Nefrologia Piemontese. Presentati i dati relativi alla cura delle malattie renali e i risultati che si potranno ottenere nei prossimi anni grazie ad una programmazione condivisa tra personale sanitario (nefrologi, infermieri, dietologi, dietisti e psicologi), amministratori e associazioni di pazienti.

Ampio spazio è stato dedicato all’analisi della delibera MaRea, approvata il 2 agosto 2013, relativa al consolidamento delle attività ambulatoriali al fine di promuovere le donazioni da viventi ed evitare l’entrata in dialisi traumatizzante per il paziente e costosa per il sistema sanitario.

Soddisfacenti i risultati raggiunti dalla medicina sostitutiva Piemontese, prima in Italia.

Al convegno è intervenuto anche l’Assessore alla Sanità Regionale Ugo Cavallera.

Cristina Menghini

convegno nefro 2 - Copia